• Laura Realbuto

Operare scelte in un mare di possibilità.

Aggiornamento: 14 apr


Negli ultimi anni ho dovuto operare moltissime scelte importanti per la mia vita: scelte relative al lavoro, la scelta di una nuova casa in cui abitare e la scelta del percorso di studi da intraprendere.


Da queste esperienze ho imparato due cose: la prima si riassume nel fatto che le scelte hanno bisogno di lentezza, perché è necessario pensare e ponderare con calma. Ho capito che agire sull’onda dell’emotività o spinte da un eccesso di FOMO (Fear Of Missing Out, ovvero paura di essere tagliate fuori) non è una soluzione ottimale per operare delle buone scelte.


L’altra realizzazione che ho raggiunto riguarda il fatto che la consapevolezza gioca un ruolo fondamentale in questi contesti, poiché non è sempre così scontato sapere cosa si desidera davvero. Infatti, molto spesso ci si lascia condizionare da fattori esterni e dalle volontà altrui, minando così il nostro terreno interiore oltre che la lucidità di ascoltare il nostro volere.


Per prendere delle decisioni ti servono tempo, organizzazione, calma e connessione con te stessa.


Ho fatto un piccolo elenco di consigli utili nel momento in cui devi operare una scelta importante. Non so se questi possano fare al caso tuo, ma forse puoi trovare ispirazione, provare qualcosa che non ha mai fatto prima, o semplicemente sperimentare un metodo diverso.



5 cose che puoi fare quando devi operare una scelta.


1. Datti il tempo.

Prendere una decisione richiede il prendere in considerazione due fattori: da una parte valutare una fetta di possibilità presenti, dall’altra rinunciare a tutte le altre opzioni. Per fare tutto questo, ti consiglio di armarti di tempo e coraggio (sì, anche questo), perché è molto probabile che dovrai scendere in campo per combattere contro il bombardamento di possibilità, opzioni e informazioni che ti aspettano là fuori e che non vedono l’ora di fagocitarti. Prenditi il tempo dedicando degli slot di temporali in agenda, come se fossero dei veri e propri appuntamenti. Si tratta della tua vita e del tuo futuro. Questo tempo è molto prezioso, quindi abbine cura.


2. Scrivi e fai delle liste.

La scrittura dovrebbe essere tua alleata in questo contesto. Fai una lista dei pro e dei contro per ogni opzione che ti si presenta. Per esempio, se devi decidere quale casa devi prendere in affitto tra le tre che hai visitato, per ogni casa fai una lista dei pro e dei contro. Questo però non è sufficiente. Infatti, è importante fare una valutazione per ogni pro e contro che stabilisci, secondo una tua scala personale in termini di rilevanza, importanza e urgenza.

Dedica un foglio a ogni opzione e dividilo a metà, dove da una parte inserirai i pro e dall’altra i contro. In seguito, stabilisci un voto da 1 a 10 per ogni fattore e infine fai una somma. Questo ti servirà per mettere a confronto le varie opzioni e per stilare una classifica di preferenza in relazione ai risultati che hai ottenuto.

Sebbene questo metodo sembri molto analitico e dia poco spazio all’Essere, in realtà nel momento della valutazione è importante tenere presente anche la portata dei valori che ti caratterizzano e che ti muovono, così da avere una visione completa da ogni punto di vista.


3. Fai decluttering.

Come già detto più e più volte, fare decluttering non vuol dire solamente eliminare il superfluo in termini materiali. In questo caso puoi utilizzare il decluttering in maniera trasversale, cioè escludendo a priori, e quindi eliminando, tutte quelle opzioni che già dal principio non ti interessano e non ti rappresentano. Tornando all’esempio della scelta della casa da prendere in affitto, se ad esempio non hai ancora chiaro in che zona della città effettuare la ricerca, potresti iniziare ad arginare tutte le zone in cui sai già di non voler abitare. In questo modo, concentrandoti soltanto sulle opzioni restanti, sarà per te più facile e immediato applicare il metodo di valutazione che ho descritto nel punto 2.


4. Visualizza.

La visualizzazione ha un potere fortissimo. Essa infatti ha la capacità di disegnare un futuro quasi reale, così vivido da creare dentro di te un canale di consapevolezza. Io ho scoperto questo potere grazie alla mia business coach e fidata amica Chiara Corriga durante il percorso di rebranding della mia attività professionale. Prima di operare una scelta, per ogni opzione che hai a disposizione, fermati e prenditi il tempo per visualizzare gli scenari futuri che ognuna di essa rappresenta per te. Immagina cosa potrebbe accadere in una situazione e nell’altra, ascolta come ti senti e quali emozioni provi.

Tieni presente che l’intuito viene attivato da segnali corporei, quindi fai attenzione a ciò che ti suggerisce il tuo cuore, perché di solito in questi casi ha sempre delle cose illuminanti da comunicarci. Dai spazio alla fantasia e non aver paura di spingerti oltre la tua immaginazione. Riassumendo, attraverso la visualizzazione hai la possibilità di creare un canale energetico incredibilmente potente e utile a chiarirti le idee.


5. Parla con chi ti ispira fiducia.

Parlare ed esprimere i tuoi dubbi sulla presa di una decisione con una persona a te cara e di cui ti fidi, non vuol dire per forza farsi influenzare da quest’ultima. Infatti, ascoltare il pensiero altrui, in particolar modo di una persona da te scelta, può aprire scenari diversi a cui non hai pensato o che semplicemente non hai preso in considerazione. Ad esempio, quando mi capita di essere indecisa nell’operare una scelta ne parlo di solito con una mia cara amica che ha sempre una visione molto oggettiva delle situazioni e che quasi mai si lascia attrarre da condizionamenti esterni. Inoltre, non è giudicante. Per questo per me è importante ascoltare il suo parere. Accogliere un parere non ti obbliga in alcun modo a seguire i consigli che potrebbero derivarne, ma lo scopo risiede proprio nell’aprire scenari diversi e ampliare la propria visione nei confronti del bivio che ti si pone davanti.

Quindi individua una persona tra amici o parenti che abbia le caratteristiche di cui necessiti per il determinato caso e affidati al suo ascolto e alla sua accoglienza.

Anche affidarsi a un professionista, come ad esempio un coach, può essere di aiuto nei casi in cui la scelta diventa particolarmente difficile a causa di situazioni interiori bloccanti, facendoti accompagnare in un percorso di crescita e riscoperta di te nella tua interezza.



Scelte e autostima

Uno degli ultimi libri che ho letto nel 2021 è stato FOMO Sapiens di Patrick J. McGinnis. Mi ha colpito in particolar modo il capitolo in cui l’autore spiega che non è colpa nostra se soffriamo di FOMO. Infatti, questa è una condizione che è innata in noi biologicamente, e che sicuramente è peggiorata negli ultimi decenni con l’avvento dei social network e della crescente mole di informazioni in cui ogni giorno ci imbattiamo.


McGinnis nel suo libro fa l’esempio di Eva che nel giardino dell’Eden, dove poteva starsene tranquilla e beata, si lascia tentare dal serpente: la curiosità e la paura di perdersi qualcosa, che oggi potremmo definire “figo”, l’ha spinta a prendere una decisione sbagliata.


È davvero difficile scegliere quando ci paragoniamo continuamente agli altri, e quando pensiamo che l’erba del vicino sia sempre più buona, più verde e più alta. Questo non aiuta a coltivare una buona autostima, anzi ci spinge a essere perennemente insoddisfatte, perché “non è mai abbastanza”.


Scegliere consapevolmente ti aiuta a creare un dialogo con te stessa, un confronto e un ascolto profondo. Tutto questo funge da catalizzatore per la tua autostima, perché ti rende capace di operare scelte che ti rappresentano.


Se metti in pratica uno di questi consigli, fammi sapere come va! Se ancora non sei iscritta, ti aspetto tra le lettrici di Sémina, la mia newsletter, dove ti parlo di decluttering, organizzazione e crescita personale con belle riflessioni da fare insieme, per riordinare oltre l’apparenza e il materiale.

26 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti